Home » News » ILO: politiche occupazionali per ridurre le disuguaglianze

ILO: politiche occupazionali per ridurre le disuguaglianze

ILO: politiche occupazionali per ridurre le disuguaglianze

“Labour markets, Institutions and Inequality” (“Mercati del lavoro, istituzioni e disuguaglianze”) è il titolo di un nuovo un nuovo studio pubblicato dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL –ILO) secondo il quale l’obiettivo della riduzione delle disuguaglianze, va perseguita attraverso un’azione politica concertata per creare e rafforzare in tutto il mondo istituzioni del mercato del lavoro e del benessere sociale.

Tali istituzioni sono necessarie perché le società eque con ampie classi medie non sono il prodotto naturale delle forze del mercato del lavoro. La deregolamentazione del mercato del lavoro non è in grado di risolvere i problemi della sottoccupazione e della disparità d’accesso al lavoro. Per creare posti di lavoro e diminuire le disuguaglianze c’è bisogno di politiche macroeconomiche per il commercio e gli investimenti a sostegno dell’occupazione.

In alcuni casi l’eccedenza di offerta sul mercato del lavoro porta a una disuguaglianza nella valutazione degli stipendi per le diverse occupazioni, in altri casi, invece, il mercato rispecchia i pregiudizi sociali contro alcuni mestieri o contro le persone che esercitano questi mestieri.

Salario minimo, contrattazione collettiva e normative sull’equità di trattamento sono, secondo ILO, i prerequisiti per l’equità del mercato del lavoro ed è altrettanto rilevante il sostegno delle politiche pubbliche nel settore della sanità, dell’educazione e dell’istruzione.

Lo Studio documenta, inoltre, i legami tra equità dei mercati e politiche sociali. E degli interventi di Welfare che sono fattore di protezione da situazioni di abuso (sfruttamento), forzata inattività (per motivi anagrafici o di salute)

Viene, infine sottolineato che l’estensione dei programmi di protezione sociale operata in diversi Paesi in via di sviluppo rappresenta «un passo importante per ridurre la povertà «un passo importante per ridurre la povertà, anche se «dato il basso livello dei sussidi, sono necessarie ulteriori misure atte a fornire un più ampio sostegno ai lavoratori con maggiori effetti di ridistribuzione».

Approfondisci 


Contenuti simili


Trovi i contenuti di questo sito interessanti? Aiutaci a farli conoscere :)